CAUSE

FATTORI PREDISPONENTI DELLA PELLE SECCA

Indubbiamente il fattore climatico influenza l’idratazione cutanea ma rimane comunque molto importante il fattore costituzionale.
Infatti, una cute costituzionalmente secca non sarà mai ben idratata anche se viene a trovarsi stabilmente in condizioni ambientali di temperatura e umidità ottimali.

clima freddo

clima freddo e secco

acqua_asciugatura

contatto prolungato
con l’acqua seguito da
frequenti asciugature

detergenti

uso di detergenti aggressivi
che eliminano il film
idrolipidico di superficie e
alterano la barriera cutanea

stetoscopio

specifiche patologie
cutanee (per esempio
ittiosi, dermatite atopica
e psoriasi)

TIPOLOGIE DI PELLE SECCA

Si può parlare essenzialmente di 4 tipi di secchezza cutanea.

Secchezze cutanee fisiologiche

Si tratta di una secchezza della pelle che non si può definire in senso stretto una malattia ma che è una caratteristica intrinseca dell’individuo oppure si tratta di una secchezza cutanea che si manifesta in particolari periodi della vita in persone più o meno predisposte, come per esempio nell’età infantile durante la quale le ghiandole sebacee sono poco attive o nell’età senile in cui, oltre a una riduzione della secrezione sebacea si verifica una maggiore perdita fisiologica di acqua.

Secchezze cutanee temporanee determinate da cause esterne

Variazioni del grado di umidità ambientale, il freddo, una detersione troppo frequente, l’eccessiva esposizione al sole, sono tra le cause più comuni di fenomeni di secchezza cutanea temporanea. La secchezza è spesso accompagnata da sensazioni di prurito, pizzicore e fastidio.

Secchezze cutanee patologiche

Si tratta di vere e proprie malattie in cui la presenza di cute secca è il principale sintomo. Alcuni esempi sono l’ittiosi, la psoriasi o la dermatite atopica.

Secchezze cutanee dovute a patologie non cutanee

Ci sono alcune condizioni che determinano un’intensa xerosi ma in cui la patologia primaria non è una malattia della pelle. È il caso del diabete, o meglio della specifica condizione chiamata «piede diabetico» o dell’insufficienza renale cronica che induce il fenomeno chiamato «xerosi uremica».Tra le cause di secchezza causata da patologie non dermatologiche rientrano senz’altro numerosi trattamenti oncologici come farmaci anti eGFR ed immunoterapia che causano nella quasi totalità dei pazienti una marcata secchezza cutanea talvolta accompagnata da prurito.

LA CUTE SECCA NELL’ANZIANO

Con l’avanzare dell’età si verificano numerosi cambiamenti a livello della pelle che comprendono un invecchiamento fisiologico e un invecchiamento legato all’esposizione solare o foto-invecchiamento.
L’invecchiamento fisiologico della pelle è caratterizzato da una graduale riduzione dell’attività della ghiandola sebacea: questo comporta una riduzione della produzione di sebo ma anche la riduzione di produzione di glicerolo, sostanza fondamentale per il trasporto di acqua tra i vari strati della pelle.

Un’altra importante modifica che si verifica con l’avanzare dell’età è l’assottigliamento del derma, sede della maggior parte dell’acqua cutanea. Questo deficit di acqua e glicerolo può essere facilmente ricostituito con prodotti emollienti ricchi in glicerolo saturo in acqua.
La pelle, più esposta all’effetto dannoso degli agenti esterni (tossine, batteri, inquinanti ambientali, etc…), diviene così più sensibile ed è maggiormente interessata a fenomeni irritativi e infiammatori con comparsa frequente di sensazioni fastidiose quali il prurito.
Quando la xerosi cutanea è accompagnata da prurito può essere invalidante tanto da modificare in modo negativo la qualità di vita percepita dall’anziano.

Tra le principali cause di secchezza cutanea ci sono anche una fisiologica alterazione del film idro-lipidico superficiale e un’alterazione della fisiologica desquamazione cutanea.
In presenza di secchezza cutanea, soprattutto nel soggetto anziano è utile l’utilizzo quotidiano di prodotti emollienti con capacità idratante della pelle e in grado di ricostituire la barriera cutanea alterata.

PELLE SECCA: CAUSE PATOLOGICHE

Parliamo di secchezza cutanea patologica in presenza di malattie
per le quali la cute secca è il sintomo principale.