CAUSE
PATOLOGICHE

ITTIOSI

Le Ittiosi sono un gruppo di malattie cutanee ereditarie che si manifestano alla nascita o nei primissimi mesi e persistono per tutta la vita.
Il termine ittiosi deriva dal greco “ιττιο”. Con questo termine si indicano tutte quelle malattie dermatologiche che presentano una pelle squamosa e secca, che ricorda le squame del pesce.
I quadri clinici sono estremamente vari a seconda delle alterazioni genetiche coinvolte.

Le principali forme d’ittiosi conosciute sono:

  • Ittiosi autosomica dominante, detta anche ittiosi volgare, è la forma di ittiosi più frequente, la cute si presenta ricoperta di squame in particolare sulle superfici estensorie mentre sono risparmiate le pieghe. Si aggrava d’inverno e migliora in estate e con climi umidi;
  • Ittiosi X-linked, interessa solo i maschi. Si presenta nei primi mesi di vita con grandi squame di colore da giallo a bruno-nero su tutto il corpo (escluse le superfici palmari e plantari).

Le altre forme di Ittiosi sono molto più rare.

Cosa è l’ittiosi e come si presenta
Nella maggior parte dei casi compare precocemente nel primo anno di vita del paziente. In altri casi può manifestarsi associata a processi infiammatori o variazioni ormonali.

Nei casi meno gravi il disturbo può essere scambiato per una normale secchezza cutanea avendo dei sintomi solo di lieve intensità, in altri casi può essere invalidante e molto più grave. Dal punto di vista visivo, l’ittiosi appare con un accumulo di cheratina sullo strato superficiale della pelle. Questo succede a causa del processo di ricambio delle cellule morte della cute che risulta inibito o rallentato.

TRATTAMENTO E PREVENZIONE

Il trattamento delle ittiosi deve essere commisurato all’intensità delle manifestazioni. Nelle forme lievi o moderate (Ittiosi volgare o X-linked) il trattamento emolliente è un importante presidio.

Si consiglia di applicare un prodotto emolliente almeno due volte al giorno, specialmente dopo il bagno ed effettuare un massaggio di almeno 10 minuti per una corretta idratazione mentre la cute è ancora leggermente umida.

Per rimuovere le squame nell’Ittiosi volgare, nell’Ittiosi X-linked e nell’Ittiosi lamellare, è utile applicare preparati che facilitino la desquamazione e l’esfoliazione della pelle.

I trattamenti corretti per l’ittiosi

Purtroppo per l’ittiosi non esiste un trattamento definitivo. È possibile però mantenere idratata la pelle, migliorandone così l’aspetto e il benessere fisico.

Per ammorbidire l’epidermide si consigliano bagni caldi e l’utilizzo di spugne naturali, utili a eliminare le scaglie di cute ispessite. Bisognerebbe prediligere saponi non aggressivi che contengano grassi e oli.

Asciugandosi, occorre evitare lo strofinamento della pelle, tamponando la cute con un morbido asciugamano. A questo punto, si massaggia l’epidermide ancora inumidita per almeno dieci minuti.

Fondamentale è l’applicazione di un prodotto emolliente al termine della routine. Una crema emolliente è adatta in questi casi, poiché aiuta a mantenere la pelle morbida e idratata.

L’utilizzo di una crema emolliente, contenente vaselina e paraffina, contribuisce a creare sull’epidermide un film protettivo che consente di mantenere la cute idratata. La pelle risulterà più morbida al tatto e gradevole alla vista.

IL CONSIGLIO IN PIù

La cute deve essere lavata con acqua non troppo calda.

I detergenti da bagno specifici – acquistabili più facilmente in farmacia/parafarmacia – sono da preferire ai comuni bagnoschiuma e docciaschiuma più commerciali.

In presenza di ittiosi è preferibile il bagno alla doccia,

poiché stando nell’acqua vengono rimosse più facilmente le «squame» tipiche della malattia.
Dopo la detersione cutanea è necessario asciugare accuratamente la pelle con panni di spugna ed evitare che residui di umidità favoriscano il proliferare dei batteri e miceti.

Dopo il bagno, ma anche più volte al giorno, è utile applicare prodotti emollienti.

I soggetti con ittiosi e in generale quelli con problemi di irritabilità cutanea dovrebbero evitare capi di abbigliamento di fibre sintetiche o lana che siano direttamente a contatto con la pelle e optare invece per indumenti di fibre naturali come lino o cotone puro. Si possono trovare, come per esempio in farmacia, prodotti tessili specifici per chi soffre di patologie cutanee.

PELLE SECCA: CAUSE PATOLOGICHE

Parliamo di secchezza cutanea patologica in presenza di malattie
per le quali la cute secca è il sintomo principale.